Selezioni Coupe du Monde 2011

Con ancora nel cuore l’emozione dell’argento conquistato dall’Italia (Alessandro Dalmasso, Giancarlo Cortinovis e Domenico Longo) alla Coupe du Monde 2009, 11 concorrenti si sono dati appuntamento a Sigep per la Selezione per la Coupe du Monde di Lione 2011 valida anche come Campionato Italiano Seniores. Cioccolato, zucchero e ghiaccio: queste le tre categorie per questa edizione “storica”, avendo sancito la collaborazione fra Club de la Coupe du Monde – Selezione Italia e Conpait, insieme ad Ampi e Sigep.
Il Forum della Pasticceria ha quindi fatto da palcoscenico all’intensa giornata di gara, alla presenza di autorevoli rappresentanti della pasticceria italiana in qualità di giuria:
Luigi Biasetto, Giovanni Pina, Gino Fabbri, Paolo Sacchetti, Pasquale Marigliano, Salvatore Gabbiano, Giancarlo Cortinovis, Alessandro Dalmasso, Fabrizio Galla, Diego Crosara, Federico Anzellotti e Angelo Musolino. Al termine delle 7 ore di lavoro in diretta, in cui tutti i partecipanti hanno dato prova di un buon livello professionale, è stato selezionato il trio per rappresentare l’Italia a Lione il prossimo gennaio: Domenico Longo da Treviso, capitano, per il ghiaccio, Davide Comaschi di Milano per il cioccolato ed Emmanuele Forcone di Vasto per lo zucchero.
Avendo ottenuto il maggiore punteggio su tutte le categorie presenti, il 26enne Forcone si è anche aggiudicato il titolo di Campione d'Italia di Pasticceria, ricevendo dalla Conpait il Trofeo e la medaglia del Presidente della Repubblica.
Il premio speciale della stampa, messo in palio da “Pasticceria Internazionale” ed assegnato da una rosa di giornalisti del settore, è invece stato consegnato a Davide Saputo, che ha dimostrato promettenti potenzialità nello zucchero.
“Il buon numero di concorrenti è stato il frutto di una collaborazione tra i vari soggetti – afferma soddisfatto Federico Anzellotti, presidente Conpait –. Dobbiamo però lavorare a livello di qualità: troppi professionisti oggi non sanno cosa significa par tecipare ad un concorso, come prepararsi e come presentarsi. Bisognerebbe organizzare incontri o seminari annuali sul tema, perché non basta la sola par tecipazione per essere vincitori.
L’allenamento richiede basi solide, sia a livello tecnico che organizzativo: questo anche per salvaguardare l’immagine dell’Italia a livello mondiale”.
Un plauso va a tutti coloro che hanno partecipato mettendosi in discussione e dando lustro a tutto il comparto, così come a coloro che si sono prodigati per realizzare realizzare questa concorso in concreta sinergia, credendo nella collaborazione attiva.
Collaborazione che ora si protrae durante gli allenamenti della squadra e nel futuro, grazie al Club, a Cast Alimenti, a Conpait e Ampi, che andrà ad affiancare il presidente del Club, Biasetto, durante il fitto programma di allenamento presso la Cast.
Le ricette presentate in concorso non vengono pubblicate per scelta, in quanto sono al momento patrimonio della squadra.


Scarica l'allegato